Indice

Debian FAQ

Attenzione: Il materiale qui presente potrebbe causare danni al vostro sistema, usatelo a vostro rischio e pericolo, inoltre potrebbe non essere aggiornato per l'uso su un sistema recente.

Mi si è bloccato il sistema! Cosa devo fare?

Prima di tutto bisogna capire cosa si è bloccato. Se possibile è meglio evitare uno spegnimento brutale per evitare di perdere dei dati.


Se si sta eseguendo un programma a schermo intero e questo non risponde più, allora:


Se si tratta di X (l'ambiente che gestisce tutte le finestre) o un sotto-processo, allora si può riavviare X usando la combinazione di tasti Ctrl-Alt-Backspace (il backspace è il tasto sopra l'invio).


Se nessuna delle soluzioni precedenti e si è su una rete, allora si può cercare di accedere da remoto e vedere di fare qualcosa (ad esempio riavviare la macchina con il comando su -c "shutdown -r now").


Se nessuna operazione ha buon esito provare a spegnere la macchina in modo sicuro utilizzando queste tre combinazioni di tasti:

Il tasto SysRq è lo stesso tasto con scritto Stamp o Stampa (di solito sotto Stamp c'è un'altra scritta che potrebbe essere SysRq o RSist o qualcosa di simile).
Il tasto AltGr è quello a destra della barra spaziatrice.
I tasti devono essere premuti nell'ordine indicato (prima AtrGr, tenerlo premuto e premere SysRq, tenerli premuti e premere r; …) e nella sequenza indicata. Ricordare la sequenza è facile, i tasti minuscoli da premere oltre a Alt-SysRq formano la scritta "reisub" che può essere ricordata con la frase: i colpevoli (== rei) subacquei.

Controllare che nelle configurazioni di Linux sia settato correttamente il parametro CONFIG_MAGIC_SYSRQ:

$ grep CONFIG_MAGIC_SYSRQ /boot/config-$(uname -r)
CONFIG_MAGIC_SYSRQ=y

se invece ritorna

# CONFIG_MAGIC_SYSRQ is not set

bisogna ricompilare Linux impostando a yes tale parametro … o prendere un precompilato con tale parametro settato a yes … o eseguire la seguente istruzione:

# echo 1 > /proc/sys/kernel/sysrq

Nota: i comandi a CONFIG_MAGIC_SYSRQ è possibile impostarli anche nel filesystem /proc, ad esempio AltGr-SysRq-e corrisponde a:

# echo e > /proc/sysrq-trigger

Se nulla di tutto quanto riportato ha funzionato (vuol dire che anche la tastiera è bloccata), allora per spegnere brutalmente il sistema bisogna premere il tasto di accensione e tenerlo premuto per 5-10 secondi. Se si adotta questa soluzione, allora è consigliato al riavvio fare un check dei dischi. Si può farlo semplicemente da una shell scrivendo il seguente comando (riavvia il sistema e controlla/corregge possibili errori sui dischi):

su -c "shutdown -rF now"

Nella directory /lost+found si potranno trovare eventualmente i file recuperati dal controllo dei dischi.

Torna su

Come configurare il video?

Nota: attenzione che queste operazioni potrebbero rovinare il monitor, soprattutto se è vecchio. Per vecchio si intende se è stato fabbricato prima del 1995 circa perché questi monitor accettano valori anche esterni a quelli che possono supportare senza danneggiarsi; monitor più recenti invece tendono ad ignorare i parametri fuori range e quindi i rischi, in generale, sono minori.

Prendere il manuale tecnico del proprio video o cercarlo on-line. Occorre trovare le caratteristiche del video per poterle riportare nel file /etc/X11/xorg.conf

Individuare la dimensione massima del video utilizzabile espressa in millimetri (mm). Se questo dato non si trova si può misurare utilizzando un righello o simile (per facilitare l'operazione si può usare un foglio da appoggiare al video per prenderne le dimensioni e poi misurare il foglio).

Nella sezione del vostro video (nell'esempio sotto chiamata "Monitor") indicare tali valori nella sezione DisplaySize.

Individuare le frequenze di refresh orizzontali (in kHz) e verticali (in Hz) e riportarle nelle sezioni HorizSync e VertRefresh.

Nota: naturalmente la scheda video deve supportare le frequenze del proprio monitor, altrimenti occorre considerare le frequenze di refresh della scheda video per quanto qui sotto riportato.

Se non si trovano le specifiche per il proprio monitor si può provare con il comando ddcprobe. Installare il pacchetto

# apt-get install xresprobe

Controllare il refresh del proprio video (non è detto che il vostro video sia individuato correttamente):

# ddcprobe

Nota: ddcprobe riporta i valori impostati di fabbrica. Normalmente questi valori sono più "piccoli" di quelli massimi applicabili (ad esempio la dimensione del video è quella impostata che, di solito, non sfrutta l'intera dimensione visibile). I dati che possono essere presi per buoni sono di sicuro: la dimensione di RAM della scheda video, i modelli e i chip per scheda video e monitor … questo se la vostra scheda video e il vostro monitor sono supportati dal programma ddcprobe.

Un altro metodo per acquisire informazioni sulla propria scheda video è usare il seguente comando e cercare la sezione che riporta i dati della scheda video:

$ lspci -vvnn | less

Questo comando riporta informazioni utili solo se X non è ancora stato avviato:

# X -probeonly

Altri comandi che potrebbero essere utili per recuperare informazioni:

Se si usa un monitor CRT è importante utilizzare la frequenza di refresh massima per affaticare di meno la vista; per i monitor LCD invece non c'è questa necessità.

Scegliere la dimensione video che si vuole utilizzare (es: 1024x768) e utilizzare il comando gft per trovare il massimo refresh usabile con il proprio video andando per tentativi e controllando che la riga [H FREQ] sia circa minore o uguale alla frequenza di refresh orizzontale individuata precedentemente. Se si immettono valori superiori si va in modalità interlaced: in pratica viene fatto il refresh una volta per le righe dispari e la volta dopo per le pari; modalità che è meglio evitare.

Ad esempio per una risoluzione 1024x678 con un refresh "totale" di 82 Hz:

$ gtf 1024 768 82 -v
[...]
22: [H FREQ]                   :       66.010002
[...]
Modeline "1024x768_82.00"  90.83  1024 1088 1200 1376  768 769 772 805  -HSync +Vsync
[...]

da cui si vede che si può usare un refresh totale di 82 Hz se la frequenza di refresh orizzontale è circa >= 66.010002 (è consigliato usare un valore inferiore o uguale al refresh orizzontale). Quando si è trovata la frequenza "totale" voluta si copia la riga Modeline nella sezione del video.

Segue un esempio della configurazione di un video

Section "Monitor"
        Identifier   "Generic Monitor"
        VendorName   "Nome del Venditore"
        ModelName    "Modello"
        HorizSync    30.0 - 66.0
        VertRefresh  50.0 - 130.0
        DisplaySize  329 248
        Modeline "1024x768_82.00"  90.83  1024 1088 1200 1376  768 769 772 805  -HSync +Vsync
EndSection

Attenzione quello qui riportato può non essere sufficiente a visualizzare il display nella modalità prescelta, occorre indicare nella sezione "Screen" il modeline settato (nell'esempio "1024x768_82.00") in ogni posto dove attualmente c'è "1024x768".

Per verificare che è stato caricato il refresh impostato usare il comando:

$ xrandr

Il refresh attualmente utilizzato è quello con l'asterisco sulla riga della risoluzione attuale.

Controllare anche il log di X per vedere se ci sono warning o errori generati dalle modifiche apportate:

# grep "^([EW]" /var/log/Xorg.0.log

Una volta configurato correttamente, quando si è nella modalità video prescelta è consigliato, utilizzando l'OSD:

Torna su

Ho perso la password di root, come posso reimpostarla?

Se si è persa la password di root e si ha accesso fisico alla macchina, allora è sempre possibile reimpostarla abbastanza agevolmente.
Questa operazione può essere eseguita secondo diverse modalità:

1) se è installato grub
Sulla schermata di selezione del sistema operativo da avviare:

2) utilizzare un CD di installazione di Debian, selezionare una delle funzionalità di recupero (resque) del sistema, montare la root, selezionare l'apertura di una shell (viene aperta come root) e da li usare il comando passwrd per cambiare la password di root. Non resta che riavviare, togliere il CD

3) utilizzando un live CD (o montando il file systema da remoto o altro sistema opertivo)

Torna su

Come posso vedere qual'è il processo che sta occupando una porta o tutti i processi in ascolto?

Per vedere tutti i processi in ascolto si può usare uno dei seguenti comandi (da root):

# netstat -putan
# lsof -i -n

Per vedere una specifica porta (nell'esempio la porta 113):

# fuser -n tcp 113
# lsof -i TCP:113
# netstat -putan | grep 113

Torna su

Ho eseguito il comando shutdown per sbaglio cosa posso fare?

Capita alle volte di visualizzare con il tasto 'up' il comando bash precedente e premere subito invio pensando di aver richiamato qualcos'altro, ma invece c'è il fatidico "shutdown" che parte.
In questi casi ci si accorge immediatamente dell'errore e per rimediare è sufficiente premere Ctrl-C per fermare la sequenza di chiusura del sistema.

Torna su

Ho avviato il sistema, ma il video è nero o non visualizza correttamente la schermata di login o il desktop

Premere la combinazione di tasti Ctrl-Alt-+ (o Ctrl-Alt–), attendere 1-2 secondi (dovrebbe essere abilitata una nuova risoluzione video) e se il problema non si sistema, allora ripremere la combinazione dei tasti, ciclando così tutte le risoluzioni disponibili.

Torna su

Argomenti di approfondimento


Navigazione rapida: Home - Dizionari - Thesaurus - Estensioni - News - FAQ - Mappa - Software
GPL3 License AGPL3 License
SourceForge.net Logo